Fuori Fuoco Moak 2017

A raccontare il caffè attraverso le immagini saranno i partecipanti di Fuori Fuoco Moak, il concorso internazionale di fotografia che Moak promuove da quattro edizioni. A loro si chiede non solo la capacità di utilizzare la macchina fotografica, ma di sapere intercettare le proprie emozioni e trasformarle in imput per costruire un minireportage di tre immagini. Fuori Fuoco – come suggerisce lo stesso nome del concorso – invita a catturare sguardi, paesaggi e persone in cui il caffè, anche se fuori fuoco, può non essere rappresentato palesemente ma diventa filo conduttore.
A giudicare gli scatti una attenta giuria presieduta da Laura Serani. Vive a Parigi dove ricopre il ruolo di Présidente du Jury presso Prix Résidence pour la Photographie de la Fondation des Treilles. Presidente della giuria per la fotografia della Fondation Les Treilles dal 2015, è stata anche delegata artistica del Mois de la Photo à Paris e direttrice delle Galeries Photo et numériques e della Collezione fotografica della Fnac per l’Europa, il Brasile e Taiwan. Autrice di vari libri tra i quali La fotografia tra storia e poesia, ha collaborato con diverse istituzioni culturali, come la Maison Européenne de la Photographie e l’Institut Italien de culture a Parigi e il MAMM (Museo delle Arti Multimédia di Mosca).
Ad affiancarla un’altra donna, Alberta Cuccia, già photo editor di Casamica, magazine bimestrale allegato del Corriere della Sera e attualmente photo editor di Rolling Stone Italia. In giuria anche Vincenzo Vigo, copywriter, in passato direttore creativo in importanti agenzie italiane e internazionali come Armando Testa. Ha firmato campagne e format di successo: “Denghiu” con Aldo Biscardi per De Agostini, “The Jumper” per Sammontana, Lottomatica “La nuova smorfia” e BMW “New York”. La scelta dei vincitori dell’edizione 2017 dipenderà anche dal fotografo e giornalista romano Maurizio Riccardi, fondatore e direttore del Gruppo AGRPress. Figlio d’arte (il padre noto fotografo della “Dolce Vita”) collabora, nel settore fotografico, con le maggiori agenzie stampa italiane, tra cui l’Asca, l’Ansa, AdnKronos. A giudicare, invece, gli scatti come strumento di comunicazione e di marketing sarà Marco Lentini, art director di for[me]moak (agenzia pubblicitaria interna di Moak) e socio Aiap (associazione italiana design della comunicazione visiva).
La giuria di Fuori Fuoco selezionerà cinque finalisti che concorreranno al podio il prossimo 18 novembre, data in cui saranno annunciati i tre vincitori.

Condividi su...
Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on Pinterest