Caffè e sani dintorni

Ecco un piatto utilizzabile come entrata o aperitivo in versione fredda o come una zuppa nella sua versione calda. Giochiamo esteticamente con l’immagine della tazza da cappuccino che rincuora l’inizio di una giornata e andiamo ad utilizzare ingredienti nobili, ma dimenticati, come la canapa. Ottima per le sue qualità’ organolettiche, interessante ingrediente da utilizzare in una cucina che prediliga derivati vegetali. Buona al gusto perché ricorda il latte vaccino, con toni erbacei e una nota leggermente amarostica.

Cappuccino salato di latte di canapa

Ingredienti per 4 persone:
per il cappuccino:
250 gr di semi di canapa decorticati,
500 ml di acqua,
10gr di lecitina di soia,
20 gr di pane al cacao abbrustolito,
q.b sale, q.b. olio evo.
per i biscotti di segale:
300 gr di farina di grano tenero,
75 gr di farina di segale,
160 gr di burro di cacao,
80gr di caffè freddo,
6 gr sale
8gr rosmarino,
8 gr maggiorana

per le chips di topinambur:
400 gr di topinambur,
q.b. farina di grano tenero

Procedimento
mettere in ammollo i semi di canapa con l’acqua e tenerli a riposo per due ore, frullare e filtrare. Nel frattempo, tostare la mollica sbriciolata di un pane al cacao. Preparare l’impasto dei biscotti mescolando le due farine e il sale, aggiungere la margarina e infine il caffè freddo. Lasciare riposare mezz’ora in frigo, stendere la pasta all’altezza di 1/2 cm e tagliarla con la forma che si preferisce. Infornare a 180° per 11 minuti. Appena pronte lasciare su di una grata a raffreddare. Per le chips, tagliare il topinambur a fette di uno spessore di 2mm, infarinare, togliere l’eccesso di farina con l’aiuto di un colino e friggere in olio bollente.

Componiamo il piatto
Riscaldiamo il latte senza portarlo ad ebollizione, lo saliamo e ne versiamo una parte in una tazza, con l’aiuto di un sifone schiumiamo il restante latte mescolato con la lecitina e lo versiamo sopra, su di essa spolveriamo il nostro pangrattato di pane al cacao. Decoriamo il piatto con i biscotti e le nostre sfoglie di topinambur.

rubrica a cura di Roberta Tribastone

Condividi su...
Share on FacebookTweet about this on TwitterPin on Pinterest