Bocciofila. Ecoforme ludiche

Le scatole di cialde e le paperball si trasformano in un ludico campo di bocce. È stata inaugurata lo scorso 16 gennaio, alla presenza degli aspiranti architetti, l’installazione “bocciofila, ecoforme ludiche”, progettata da for[me]moak e inserita nell’ambito del ciclo di incontri culturali Pianeta Sicilia, promossi dagli studenti della Facoltà di Architettura di Siracusa, coordinati dal professor Marco Navarra e dal presidente dell’Università Bruno Messina. 
Al primo piano della sede della facoltà aretusea, che si affaccia sul Castello Maniace, in Piazza Federico di Svevia, abbiamo allestito una vera e propria bocciofila, interamente realizzata utilizzando tutti gli elementi del progetto ecoforme colours. Il progetto Ecoforme è attenzione al design, alla sostenibilità, ma anche modo di essere, quello di Moak. L’installazione “bocciofila” riflette il ruolo di ciascuno di noi nel mondo del lavoro e diventa proiezione della nostra filosofia aziendale in campo da gioco. 

 

Se il gioco è divertirsi, divertirsi è entusiasmarsi, entusiasmarsi può far vincere. E come in ogni gioco di squadra ciascuno ha il proprio ruolo, diverso, per etnia, religione o pensiero, ma utile al gruppo; infatti le paperball di colore diverso rappresentano il team. Bersaglio del gioco a bocce è il pallino (rappresentato dalla tazzina antistress). E se da una vista frontale il campo può sembrare la rappresentazione di una competizione, cambiate prospettiva: visto dall’alto emerge la vivacità del gioco, dove uno dei partecipanti arriverà prima del compagno, ma vincerà sempre e in nome della squadra. Il progetto Ecoforme, nato nel 2012, è stato il risultato dell’iniziativa “Insieme per un packaging sostenibile”, in collaborazione con l’Accademia di Belle Arti di Palermo.

 

 
Il brief prevedeva che gli studenti pensassero e realizzassero una scatola la cui funzione non si sarebbe limitata al contenimento del caffè, ma che avesse potuto avere un riutilizzo successivamente. Fra i tanti progetti presentati è stato scelto per essere realizzato quello della giovane palermitana 

Ornella Cillari, entrando così a far parte dei prodotti Moak ed inaugurando la linea Ecoforme, attenta appunto all’ecosostenibilità. Nel 2013, dopo il successo di paperball, Moak presenta ecoforme colours. Il design incontra il colore: le paper ball in quattro diversi colori pantone, saranno ciascuna casualmente ricavabili dalla fustella di ogni box da 120 cialde. Più colore ma anche più funzioni: la scatola, a diventa anche portaoggetti o elemento decorativo. L’installazione “bocciofila” sarà fruibile al pubblico fino al 30 Marzo 2014.

 

Brano consigliato per la lettura di questo articolo: Syracuse – Iggy Pop